329/8191999 mantra@legalmail.it

Mal di schiena?

Mal di schiena: Un mondo complesso

DAD
Introduzione
La lombalgia è il dolore alla parte inferiore della schiena. Il mal di schiena lombare riconosce varie cause; nella maggioranza dei casi, è dovuto a un scompenso o infortunio dei muscoli o dei legamenti appartenenti alla schiena, ma può coinvolgere più muscoli posturali; più raramente (solo il 20% dei casi), è il risultato di una frattura vertebrale, un tumore vertebrale, l’ernia discale, la stenosi vertebrale, la sciatalgia, la cruralgia, lo stato di gravidanza, una spondilodiscite ecc.
Molto spesso, la presenza di mal di schiena lombare si associa a disturbi, quali rigidità, difficoltà di movimento e formicolio, ed a ulteriori altri sintomi, che variano in funzione della causa scatenante.
Di norma, per la diagnosi di mal di schiena lombare e il riconoscimento della sua causa scatenante, sono sufficienti l’esame obiettivo e una attenta valutazione posturale.
Molto spesso, la presenza di mal di schiena lombare si associa a disturbi, quali rigidità, difficoltà di movimento e formicolio, ed a ulteriori altri sintomi, che variano in funzione della causa scatenante.
Di norma, per la diagnosi di mal di schiena lombare e il riconoscimento della sua causa scatenante, sono sufficienti l’esame obiettivo e una attenta valutazione posturale.
La cura del mal di schiena lombare prevede una terapia causale (dove origina il problema) combinata a una terapia sintomatica (che cura i sintomi).
Chi colpisce e come si presenta?
Avere mal di schiena è un disturbo molto comune, che colpisce uomini e donne di qualsiasi età, ceto sociale e popolazione. Tra i principali motivi di consulto medico e di assenza dal lavoro per infortunio, il mal di schiena può risultare estremamente fastidioso e debilitante per chi ne soffre. Il mal di schiena può presentarsi in vari modi: per esempio, qualche paziente lo descrive come un dolore sordo; qualcun altro come un dolore lancinante alternato a fasi di apparente remissione; qualcun altro ancora come una sensazione “bruciante”.
DAD
Introduzione
Le statistiche dicono che:
– Circa 9 persone su 10 possono testimoniare di aver sofferto almeno una volta nella vita di mal di schiena;
– 5 adulti lavoratori ogni 10 si recano annualmente dal medico per un dolore alla schiena;
– In un Paese come gli Stati Uniti, il 95% della popolazione ha sofferto di mal di schiena almeno una volta nella vita. 
Possibili cause?
A favorire l’insorgenza del mal di schiena lombare sono fattori, quali: sedentarietà, obesità, età avanzata, assenza di tono muscolareansia e stress legate alla rigidità.
Aumenta inoltre il rischio di soffrire di mal di schiena:
– L’abitudine ad assumere posture scorrette;
– Il sollevamento di oggetti pesanti con una tecnica inappropriata;
– Lo svolgimento di lavori in cui è previsto il ripetuto sollevamento di oggetti molto pesanti;
– L’utilizzo di un materassotroppo morbido
Le due forme del mal di schiena
Nella nostra esperienza ci capita di vedere risonanze di schiene che presentano molti danni dove però la sintomatologia dolorosa è molto bassa, viceversa persone con dolori fortissimi con colonne vertebrali molto sane. Perche?
Questo perché non tutti i problemi del dolore lombare nascono o sono legati alla colonna vertebrale, ma molto spesso sono più concause che si sommano nel tempo fino a sfociare nel dolore. Mancanza di flessibilità e poco tono muscolare sono tra le principali cause come abbiamo visto.
A seconda del modo con cui compaiono i sintomi e del tempo di permanenza di quest’ultimi, il mal di schiena lombare è distinguibile in acuto o cronico.
Il mal di schiena lombare acuto (o lombalgia acuta) è il dolore a carico dell’area lombare insorto in modo brusco e improvviso, e la cui durata non supera le 6 settimane.
Il mal di schiena lombare cronico (o lombalgia cronica), invece, è il dolore ai danni dell’area lombare comparso in modo graduale e la cui durata è di almeno 12 settimane. 
Quali sono i possibili rimedi?
In presenza di mal di schiena lombare, i medici ritengono indispensabile combinare una terapia causale, ossia una cura mirata a contrastare la causa scatenante, a una terapia sintomatica, cioè finalizzata ad alleviare la sintomatologia, accelerare la guarigione e prevenire ricadute.
Nei casi più comuni di mal di schiena lombare, il trattamento prevede:
– Riposo attivo. Per riposo attivo s’intende che il paziente deve evitare tutte quelle attività che favoriscono il dolore (es: sollevamento di carichi, movimenti innaturali della schiena ecc.), mantenendosi però comunque in movimento.
In presenza di infortuni muscolari o dei legamenti, il riposo delle strutture coinvolte rappresenta la miglior terapia causale (perché permette ai muscoli/legamenti di ripararsi/rigenerarsi);
– Adozione di posturecorrette quando si è in posizione seduta o a letto. Ciò garantisce un recupero più rapido dall’infortunio;
– Applicazione di ghiaccio sull’area maggiormente dolente, ripetuta dalle 4 alle 5 volte al giorno, per un arco di tempo compreso tra i 15 e i 20 minuti per impacco. È un rimedio antinfiammatorio, che allevia la sintomatologia;
– Assunzione diantinfiammatori, quali FANS (es: ibuprofene) o paracetamolo. Permette di mitigare il dolore
Rimanendo sempre nell’ambito dei casi più comuni di mal di schiena lombare, se la dolenzia persiste nonostante il riposo e i rimedi sopra indicati, il medico potrebbe consigliare:
– Terapie medico-strumentali, quali laserterapia, ultrasuonitecarterapia;
– Un ciclo di sedute di fisioterapia, che comprenda manipolazioni, abbinate ad esercizi di stretchinge rinforzo muscolare.
Nella nostra esperienza esclusi i casi gravi, circa il 75/80% dei casi di mal di schiena sono risolvibili riequilibrando le catene muscolari del nostro corpo e rinforzando i muscoli che concorrono a tenere la schiena al sicuro: addome gambe e glutei.
Gli esercizi di rinforzo in sinergia con quelli di allungamento vanno svolto in tempi e sequenze specifiche perché ognuno necessita di un protocollo personalizzato. Questo nasce e si sviluppa in seguito ad una iniziale valutazione posturale. Non serve molto per risolvere un problema fastidioso che tutti abbiamo provato o che molti condividono quotidianamente. La colonna vertebrale è fatta per muoversi, il nostro corpo è fatto per muoversi!!
Lasciamo qui alcuni semplici esercizi per allungare le catene muscolari principali per togliere tensione dalla zona lombare.
Per info chiedi la tua valutazione posturale con il nostro Staff.
Mantra collabora anche con il Prof.Canali che è da noi una volta al mese per un esame obiettivo/visita – Cell. 329.81.91.999
DAD
DAD

Prof. Montresor Marco

Dott. Ruzzenente Nicola

Richiedi informazioni e attiva il tuo piano preferito per restare in forma.

Informativa sulla privacy

Pin It on Pinterest

Share This